Quel 15 luglio 1989

15 luglio 1989, una data indelebile nella storia della musica perchè  aVenezia sbarcano i Pink Floyd in concerto.. Io c’ero…
Il 15 luglio è la festa del Redentore e Venezia è in subbuglio per questa festa molto sentita ma i 200.000 spettatori che assistono allo spettacolare concerto dei Pink Floyd fanno da cornice alla grande giornata veneziana. Terraferma, barche, motoscafi, barche a remi…con ogni mezzo a disposizione la gente è approdata in laguna. Oltre 100.000 spettatori in televisione. I Pink Floyd suonano su un palco galleggiante davanti a Piazza San Marco per circa 90′. Un concerto spettacolare superbo, musicalmente indimenticabile ma le polemiche furono tantissime soprattutto perchè Venezia al termine del concerto era totalmente pervasa dalla spazzatura e poi anche perchè la parte tencica del concerto lasciò molto a desiderare. Obiezioni, anche condivisibili in buona parte (Piazza San Marco è patrimonio mondiale dell’umanità è comprensibile). Tutto fu comprensibile ed innegabile ma sul piano scenico e musicale  il concerto fece un effetto incredibile su chi era presente quella notte. Un ricordo indelebile per me e per gli amici che con me vissero quell’avventura veneziana cosi incredibilmente elettrizzante anche se devastante per stanchezza e per sonno che ci mancava da ben due giorni. Credo che in Piazza San Marco a Venezia non verrà mai piu’ ripetuto nessun concerto di queste dimensioni.