Senza categoria

Positivo è bello

Il potere positivo può trasformare davvero la nostra vita: se soltanto noi lo volessimo.
Il grande Einsten diceva: “Ogni minuto che passi ad arrabbiarti, perdi sessanta secondi di felicitĂ “; come si poteva dare torto ad Einstein? I pensieri sono il nostro “pane quotidiano”, di cui ci nutriamo e attraverso i quali creiamo la “realtà”. Ma voglio fare una premessa: il pensiero è il frutto di ciò che siamo (o meglio di ciò che crediamo di essere), quindi per “cambiare i pensieri” dobbiamo trasformare il nostro modo di vivere. Il positivo convive con il negativo, come lo Yng sta nello Yang, quindi crea il cosiddetto dualismo  Nel pensiero positivo è necessario quindi porre attenzione sulla possibilitĂ  di andare di lĂ  del “positivo” stesso e “negativo”, uscire dalla dualitĂ  ed entrare in uno stato esistenziale dove non c’è uno ne l’altro ma solamente un’unico pensiero, nel non dualismo. Mi rendo conto che non è così facile arrivare ad uno stato di coscienza non duale, dove semplicemente essere se stessi è il traguardo finale, ma la nostra mente influisce sulla nostra vita, quindi inevitabilmente siamo chiamati ad essere piu’ consapevoli di noi stessi cercando di gestire le emozioni. Se vogliamo seguire un percorso evolutivo siamo a metĂ  dell’opera perchè ci siamo resi consapevoli di aver assunto la responsabilitĂ  della nostra vita. Immaginiamo che la realtĂ  nella quale viviamo sia uno specchio: quello che hai dentro lo proietti e ritorna indietro. Le nostre credenze e le nostre convinzioni profonde, che sono radicate nell’inconscio, condizionano la nostra vita ma possiamo trasformarle attraverso vari percorsi che ci porteranno a comprendere che è la materia che è la coscienza che genera il pensiero e quindi la materia. I pensieri e le parole creano la realtĂ , quindi attenzione a come pensiamo e a come parliamo poichè tutto si concretizza davanti a noi.

Standard