Oltre ogni barriera

Fra amore, libertà e morte, tre colonne che fanno da fondamenta ad un brano di grande forza emotiva scritto da Francesco De Gregori, La donna cannone. 
Il brano è ispirato ad un’articolo di un giornale letto da De Gregori: una donna del circo all’inizio del ‘900 si era innamorata di un collega, le regole del circo però vietavano gli amori tra artisti cosi lei sparì di fronte a questo divieto.
Da una curiosa notizia di cronaca ad un capolavoro musicale con testo e melodia allusivi, dolci ed armonici. Le parole del testo sono inequivocabili e traggono tutta la drammaticità che quella donna viveva in seno ad un amore che tale non poteva avere. Però affronta le sue insicurezze (“non sarò bella come dici tu”) con l’unico obiettivo di coronare il suo sogno d’amore e di volare via con lui, lontano nel cielo. Stupende parole di una sognatrice con pensieri che ciascuno di noi può avere affrontato nella sua vita; a tanti capita di provare sentimenti che devono confrontarsi con una realtà che ne impedisce l’espressione, a tanti capita di sognare e di evadere da questa situazione. 
La storia di una persona che va contro ogni regola e con estrema sensibilità si ribella e trova la sua strada. Una storia umana che nessuno di noi non può non empatizzare.