Un anno di ricerche sul motore di ricerca piu’ cliccato al mondo: Google. In un anno quante cose si cercano su Google? Milioni e ancora milioni ma ci sono annate ed…annate. Questo 2020, che per seguire la norma della tradizione che dice: “speriamo che finisca presto e che il 2021 sia migliore”. ha disegnato la mappa, se cosi possiamo dire, delle parole piu’ ricercate su Google. Coronavirus, amuchina, congiunti, contagi, nuovo Dpcm, smart working, Weschool per la didattica a distanza, Rsa, Protezione civile, come fare il pane in casa. Fortuna vuole che non tutti gli italiani hanno fatto ricerche solo sui termini medici ma hanno anche si cercato parole piu’ fresche e meno cupe di quelle sopra citate tipo: Donald Trump, Alex Zanardi, Silvia Romano, Giuseppe Conte e qualche ricetta di cucina strampalata, il campionato di calcio di serie A e mettiamoci anche il festival di Sanremo. Le parole chiave della pandemia ci sono tutte nelle ricerche degli italiani, così come le domande in tema coronavirus che gli utenti hanno rivolto al motore di ricerca in quest’anno che sta finendo. “Perché si chiama Covid-19”, “Perché in Germania pochi morti” sono tra le domande poste a Google (fuori dal tema coronavirus c’è ‘Perché votare si al referendum’). Nelle ricerche per il “fai-da-te”, spiccano l’amuchina, la tinta per i capelli, il taglio di capelli per uomo. Tra i “Come fare” ci sono il pane in casa, le mascherine antivirus, la pizza, il tampone e la domanda per il reddito d’emergenza.

4 pensieri su “Googoliamoci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.