Anti-costituzionale o leggitimo?

E’ vero che le denunce e le sanzioni penali per chi esce da casa in questo periodo di “quarantena” sia anti-costituzionali? Il 5% della popolazione italiana non rispetta le regole, piu’ del numero degli infetti. Il diktat però, miei cari amici deve venire piu’ dalla nostra coscienza e non tanto dal legislatore che è costretto a varare misure cautelative e precauzionali nonchè restrittive per aiutarci a salvare la nostra pellaccia. C’è un aspetto però che in questi giorni è saltato all’occhio dei costituzionalisti e che potrebbe minare e far saltare l’intero architrave delle denunce fin’ora collezionate. Un giorno, speriamo molto presto, quando tutto questo sarà definitivamente chiuso e si potrà tornare alla “normalità”, i giudici e le varie sezioni della giustizia italiana riusciranno a stanare tuto ciò che è contenuto in questo Dpcm (Decreto Presidente Consiglio dei Ministri). La mia domanda è: le sanzionali penali Corona Virus sono davvero anti-costituzionali? Il Dpcm decreta che vi siano norme attue a “immobilizzare” noi cittadini a casa, restringendo cosi la libertà di movimento di tutti noi. Andiamo a dare un’occhiata all’articolo 16 della Costituzione Italiana secondo cui ogni cittadino può circolare liberamente nel territorio, salvo il limite imposte dalle leggi….appunto e non da un Dpcm Il sistema giuridico italiano è a forma di piramide dove all’apice troviamo la Costituzione Italiana a scendere troviamo i Regolamenti UE, Direttive UE poi le leggi ordinarie, i Decreti Legge e quelli legislativi a seguire le leggi regionali, il regolamento del potere esecutivo e infine alla base ci stanno gli usi e le consuetudini. In poche parole una fonte di rango inferiore (seguendo il percorso della piramide) non può modificare o abrogare una legge cosi come un Dpcm non può in nessun caso modificare un’articolo della Costituzione. Le sanzioni potrebbero essere anche essere illegittime perchè se la norma penale era già scritta nell’articolo 650 del Codice Penale diventa una norma di carattere amministrativo e non dal legislatore quale il presidente del Consiglio. In buona sostanza il Dpcm è un regolamento non è una legge e come tale viola l’articolo 16 della Costituzione italiana e non può disporre limitazioni alla libertà dei cittadini. La sanzione penale non può essere considerato reato in quanto non è stato previsto da una norma di legge varata dal Parlamento. A questo punto, se la mia ricerca è corretta non ci sarà alcuna sanatoria per coloro che hanno preso multe e denunce in questi giorni di restrizione e bisognerà avvalersi di un buon avvocato e singolarmente ogni cittadino che è stato dichiarato colpevole di aver violato le normative in fatto di restrizione, dovrà recarsi davanti ad un giudice per richiedere il “rimborso”. Il presidente del consiglio Conte si è creato uno scudo normativo. Ancora prima dell’avvento del corona virus, è stato deliberato un decreto legge, che è diventato a tutti gli effetti una legge che è andata ad applicare la normativa del Dpcm. Possiamo girare come vogliamo ma la ragione è sempre quella, fatta la legge trovato l’inganno, l’inganno è di chi ha formulato tutto questo forse anche pensando alla nostra salute che è il ben piu’ prezioso ma salvaguardando anche la propria poltrona.

6 pensieri su “Anti-costituzionale o leggitimo?

  1. Ne parlavo proprio ieri con il collega, non tanto dal punto di vista costituzionale, quanto da quello concreto: chi mai pagherà le eventuali multe per spostamento non consentito?
    Verrà fuori un calderone, con migliaia di ricorsi, procure invase da scartoffie: scommettiamo in una sanatoria?

    Piace a 1 persona

  2. Credo che quando ci siano momenti come questi la legge consenta ai governi di prendere misure indefferibili ed urgenti con alcune eccezioni. Non possono solo essere del tutto contrarie al dettato costituzionale. Anche tutti i contenuti dei decreti usciti non hanno fatto l’iter parlamentare come di solito accade (anche per la legge finanziaria). Una eventuale sanatoria non sconfesserebbe la legittimità dei provvedimenti ma verrebbe incontro solo ai problemi dati dal naturale impoverimento generale che ci aspetta nei prossimi mesi. In ogni caso visto che si apprende poco dalla storia passata e molti non capiscono la necessità dell’isolamento, forse queste sanzioni non sono del tutto sbagliate. Ci vuole anche coscienza collettiva!

    Piace a 1 persona

    • Infatti io volevo solo mettere inc hiaro la costituzionalità o l’anti-costituzionalità del Dpcm non era mio pensiero screditare l’operato del governo per questa norma che pur non essendo Legge ha comunque un forte e deve avere un forte impatto sugli italiani che ancora non capiscono la gravità della situazione.

      Piace a 1 persona

  3. Chi ha appena un po’ voglia di informarsi, sa bene che la Costituzione non si cambia con un decreto. Stiamo vivendo una situazione unica nel suo genere e penso sia normale muoversi al di sopra dei farraginosi, per quanto di tutela, percorsi legislativi. Quanto alle sanzioni, io spero con tutto il cuore che vangano pretese e pagate profumatamente, carcere incluso. Forse Conte ha salvato la sua poltrona, ma dà soddisfazione a me (alla mia famiglia) che sono chiusa in casa da un mese, e per colpa di troppi irresponsabili che si sono fatti e si fanno i cavoli loro, devo continuare.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.