Anno nuovo…

Poi dicono che i complottisti siamo noi che scriviamo e che pensiamo male e non ci fidiamo di nessuno e che tutto quanto gira nel mondo è opera del pensiero complottista cioè di una visione distorta della realtà. In verità non siamo noi che scriviamo liberamente ad essere cosi incapaci di guardare e di essere bollati come complottisit ma prendiamo un esempio… “a caso” il signor Trump, presidente degli Stati Uniti d’America che invia le propre spie in Iran e con un drone di ultima generazione commette 8 omicidi in una sola ora tra i quali c’è il generale Soleimani, la mente eccelsa dell’ esercito di liberazione iraniano, colui che ha vinto piu’ battaglie con l’Isis. Complottisti noi? Partiamo dal presupposto che negli Stati Uniti d’America tutti i governatori degli stati ed in primis il presidente sono dichiaratamente massoni e tutti fanno parte di fratellanze segrete e ordini massonici americani. All’interno di queste società segrete c’è una grande casta formata dai servizi segreti e dall’intelligence che compone lo zoccolo duro dello spionaggio americano. Dall’altra prate del mondo questo signor generale comandante di un esercito di liberazione che a sua volta in periodi molto svariati, spiava la “servitu'” di Trump su diversi livelli. Cosa nascondeva il generale? Cosa ha fatto scattare nella testa di Trump l’atto di volerlo a tutti i costi morto? Probabilmente la lotta all’Isis che il generale iraniano contrastava da moltissimo tempo ha creato un certo prurito agli Stati Uniti, perchè gli stessi sono fornitori ufficiali di armi e di materiale bellico della bandiera nera. Oppure perchè qualcosa è emerso dall’agenda 21 dell’Onu; il progetto che si impegna a ridisegnare radicalmente tanto il rapporto dell’uomo con l’ambiente in cui vive, quanto il rapporto dell’uomo con la sua propria esistenza, attraverso una complessa operazione d’ingegneria sociale ad ampio respiro che trovi la propria realizzazione nel corso del nuovo secolo.  L’attinenza con l’omicidio di Soleimani è accostata perfettamente alla questione dei giacimenti di petrolio nel medio-oriente, isola felice e ricca di “golosità” per i palati fini americani che hanno come obiettivo l’estrazione dell’oro nero generando distruzione, fame e morte. L’increscioso fattaccio dell’omicidio del generale Soleimani non finirà cosi facilmente a tarallucci e vino ma saranno tantissime le ripercussioni nel mondo politico massonico e finanziario dei governi ombra e delle grandi corporazioni che dovranno trovare l’antidoto per rimettere a tacere tutto continuando a divulgare atti manipolatori a tutta la popolazione mondiale con un “tutto è sotto controllo”.

Un pensiero su “Anno nuovo…”

Rispondi a Kikkakonekka Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.