No fly zone

Quando si tratta di controllare gli esseri umani, non c’è altro metodo migliore che la menzogna. Gli esseri umani si basano sulle credenze e non sui dati di fatto nati dal sapere, che è l’arma piu’ potente che c’è. Con il sapere si possono sconfiggere i poteri forti e le grandi corporazioni. La conoscenza è la vera arma contro la tirannia. La paura, come nostra creazione mentale, c’impedisce di rispondere come si deve alla sfida del cambiamento. Anche se siamo certi di vivere una vita che non meritiamo, la paura di uscire dai confini della nostra zona protetta ci blocca.
Pensiamo che se anche siamo vissuti nel peggiore dei modi siamo comunque sopravvissuti. Il controllo sull’essere umano è un abbordaggio alle menti che vengono completamente spente dal sapere “occulto” ed per ci entra in gioco la “No fly zone”, letteralmente tradotto la zona entro la quale devono stare coloro che vogliono difendersi dagli attacchi esteni. Sono convinto che ciascuno di noi ha in dotazione delle armi potentissime per combattere questi attacchi. La paura, dicevamo, la paura è l’annientamento stesso della no-fly-zone, è l’autodistruzione e per vincerla è necessario una buona dose di auto-disciplina, ignorando ogni frastuono ed ogni probabile ostacolo. Il cambiamento personale e relazionale avrà come fine ultimo la felicità o perlomeno quel benessere che anche vive accanto potrà percepire. Uscire dagli schemi è dunque importante per riallacciarsi al proprio essere per riequilibrare il benessere armonico del corpo e indurre cosi i nostri sistemi energetici a compiere grandi opere di “risamento” fisico e mentale del nostro stato. Non permettiamo a nessun potere di attraversare lo spazio delimitato dalla nostra capacità di reazione, lasciamo fuori gli stereotipi, le inutili illazioni e non scarichiamo colpe a chi non ne ha, solo noi siamo gli artefici della nostra vita… Un breve percorso tra grandi intervalli.

3 pensieri su “No fly zone”

  1. Ho come il timore che la nostra personale “no fly zone” si stia riducendo, assottigliando.
    La nostra privacy, per dire, è ormai scalfita da un mondo che di te conosce gusti e consumi, ed anche il pensiero viene modellato se non siamo attenti a non farci manipolare.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.