Magia

Quando manca la consapevolezza manca anche la conoscenza e l’applicazione della stessa su cose e fatti che per lo scettico sono soltanto trucchi premeditati a tavolino. La magia è un’arte mistica ed esoterica che non ha nulla a che fare con le cialtronerie televisive ed i grandi rappresentanti in doppio petto o smoking abili nel mostrare giochi con le carte e conigli che escono dal cilindro. La magia è una cosa seria. I maghi sono sempre stati sterminati in massa da chi, impossessatosi abusivamente del messaggio dei profeti, lo ha alterato per fini politici e di controllo delle masse. Il Vaticano ha commesso crimini contro coloro che secondo i grandi torturatori e inquisitori venivano considerati gente del male, persone associate al demonio. La chiesa romana ha trucidato e torturato, tra gli altri: musulmani (15 o 20 milioni con le sole guerre sante), manichei, gnostici, albigesi, protestanti, ugonotti, ebrei, presunti stregoni e streghe, alchimisti, massoni, zingari, omosessuali, cristiani ortodossi e liberi pensatori di ogni tipo. Probabilmente impauriti da un risveglio collettivo, tutt’oggi le massime cariche vaticane incitano i popoli all’ignoranza, affermando che questo è il volere di Dio. Ma a quale Dio si riferiscono? È possibile fidarsi delle loro teorie e concezioni? È credibile una chiesa che contraddice se stessa anche quando spiega i messaggi di Fatima, citando dapprima l’uccisione di un Papa e poi lo scoppio di una grande guerra? E, soprattutto, è credibile un’istituzione cristiana che si pone in assoluta antitesi col messaggio di Cristo (ama il tuo nemico, vivi umilmente, proteggi i bambini, ecc.) e con i 10 comandamenti (non uccidere, non dire falsa testimonianza)? La Bibbia, tradotta in centinaia di modi diversi (nonostante la parola di Dio dovrebbe essere una e una sola), alimenta questa confusione. Confrontando le varie edizioni, chiunque potrà verificare come alcuni passaggi chiave (ad esempio, sulla ghiandola pineale e sulla reincarnazione) siano stati totalmente censurati o riscritti sotto forma di metafore. Così si crea caos tra i fedeli che, per paura, evitano d’istruirsi sulle leggi dell’universo e di manifestare la loro natura spirituale. Se si vuol parlare di magia bianca e di magia nera allora tocchiamo un altro punto dolens che la Chiesa nasconde per paura che la “massa” di fedeli possa comprendere le grandi verità universali e di manifestare liberamente la propria spiritualià. E’ normale che un fedele idolatri i santi ma anche i santi hanno compiuto magie con quelli che sono stati chiamati “miracoli” e se la magia di un miracolo è alla pari di una magia nera o di una magia bianca quindi perchè celarne il mistero quando è palese il risultato? La moltiplicazione dei pani e dei pesci, una normalissima procedura magica che la stessa Bibbia nasconde come forma magica e la rappresenta come un fatto compiuto perchè doveva compiersi. Non siamo noi a scegliere se praticare o meno le leggi nascoste, fan già parte di noi e agiscono anche senza il nostro controllo cosciente, razionale. La vera opzione, in questo caso, sarà tra l’esercitare questo potere in modo benefico e ordinato, o distruttivo e disordinato.

Standard

No fly zone

Quando si tratta di controllare gli esseri umani, non c’è altro metodo migliore che la menzogna. Gli esseri umani si basano sulle credenze e non sui dati di fatto nati dal sapere, che è l’arma piu’ potente che c’è. Con il sapere si possono sconfiggere i poteri forti e le grandi corporazioni. La conoscenza è la vera arma contro la tirannia. La paura, come nostra creazione mentale, c’impedisce di rispondere come si deve alla sfida del cambiamento. Anche se siamo certi di vivere una vita che non meritiamo, la paura di uscire dai confini della nostra zona protetta ci blocca.
Pensiamo che se anche siamo vissuti nel peggiore dei modi siamo comunque sopravvissuti. Il controllo sull’essere umano è un abbordaggio alle menti che vengono completamente spente dal sapere “occulto” ed per ci entra in gioco la “No fly zone”, letteralmente tradotto la zona entro la quale devono stare coloro che vogliono difendersi dagli attacchi esteni. Sono convinto che ciascuno di noi ha in dotazione delle armi potentissime per combattere questi attacchi. La paura, dicevamo, la paura è l’annientamento stesso della no-fly-zone, è l’autodistruzione e per vincerla è necessario una buona dose di auto-disciplina, ignorando ogni frastuono ed ogni probabile ostacolo. Il cambiamento personale e relazionale avrà come fine ultimo la felicità o perlomeno quel benessere che anche vive accanto potrà percepire. Uscire dagli schemi è dunque importante per riallacciarsi al proprio essere per riequilibrare il benessere armonico del corpo e indurre cosi i nostri sistemi energetici a compiere grandi opere di “risamento” fisico e mentale del nostro stato. Non permettiamo a nessun potere di attraversare lo spazio delimitato dalla nostra capacità di reazione, lasciamo fuori gli stereotipi, le inutili illazioni e non scarichiamo colpe a chi non ne ha, solo noi siamo gli artefici della nostra vita… Un breve percorso tra grandi intervalli.

Standard

Il controllo

In fondo alla massa ipocrita basta veramente poco per distrarla… basta vedere la realtà l’ipocrisia e la stupidità, legata con l’ignoranza che fanno le veci ai valori nei nostri tempi… dove c’è tanta informazione ma poca consapevolezza e volontà per la verità..
Perché non tutti accettano la verità, allora meglio essere poveri illusi che essere consapevoli e arricchirsi dentro. Meglio usare gli strumenti del sistema fasulli e fittizzi come il voto, per sentirsi quella misera coscienza da cittadino devoto e complice a questa farsa sociale, che fermarsi e rendersi consapevole che è tutto maledettamente falso e non esserne più complici di questo sistema che detiene saldamente la su massa attraverso le sue meschine distrazioni: politica, scioperi, pellegrinaggi e tanti altri ancora; distrazioni di massa comuni che anche se in apparenza possono sembrare normalissime cose, funzionano da deterrente contro la rivoluzione sociale che porterebbe alla sconfitta ed al crollo degli imperi bancari, finanziari, economici e criminali. La massa piu’ viene tenuta a tacere, piu’ viene segregata e schiacciata sul fondo della grande “piramide”, piu’ in alto arriveranno i frutti delle loro nefaste azioni. Fino a che la massa si fa distrarre da questi penosi eventi, sarà ben lontana la presa di coscienza collettiva per una fatellanza umana o perlomeno per un approccio meno dissolubile e meno fragile.

Standard