Ad occhio

Si può vedere e si può guardare ma la differenza è profonda perchè ciò noi vediamo non è ciò che noi guardiamo. Semplificando e riallacciandomi ad un grande filosofo statunitense; David Henry Thoreau il quale disse
che il ‘”guardare’ non presuppone che si riesca anche a ‘vedere”  Vedere deriva dal latino videre e si pone come significato la percezione della realtà attraverso l’uso della vista. Quindi vuol dire capire, scoprire ed interpretare ciò che ci circonda; molte volte chi guarda non vede, perchè guardare è un’azione riflessiva come fare attenzione a qualcosa o qualcuno, ma non si va oltre! Se la gente vedesse e non si limitasse a guardare, probabilmente vivremmo in un mondo migliore. Nella vita di ogni giorno è importante tenere in considerazione questa differenza. Molti di noi amano guardarsi ma non amano vedersi. Tradotto in soldoni guardarsi, come vedersi è un’azione legata ad una particolare percezione di noi verso il nostro corpo; ma a differenza di vedersi, guardarsi è anche sinonimo di prevenzione nei propri confronti (guardarsi alle spalle). Nella fattispecie di vedere si lascia il concetto della materialità, del corpo, della fisicità di noi stessi per addentrarci nella fitta giungla dell’oltre noi stessi, oltre a quella che è comunemente chiamata apparenza. In fondo anche nel libro “Il piccolo principe” di Antoine de Saint-Exupery c’è quella frase nella quale è racchiusa l’essenza piu’ profonda della percezione: “L’essenziale è invisibile agli occhi“.

Published by: Massy

Ciao. Mi chiamo Massimiliano, ho 53 anni ed abito in provincia di Varese. Lavoro nel settore informatico-commerciale come libero professionista. Sono un blogger e mi piace leggere libri gialli, thriller, romanzi noir, mi sono sempre reputato un buon lettore e da poco tempo ho intrapreso la strada della scrittura e più precisamente scrivere sceneggiature. Forse in un futuro prossimo anche un libro. Sono speaker e titolare in una radio web: Radio Sole Luna e titolare e speaker di una radio streaming: Radio Onda Network, la passione per la radio la coltivo da moltissimo tempo. Sono tifoso del Genoa e seguo gli sport americani e motoristici. Un'altra mia grande passione è quella sui treni e sulle ferrovie.

Categorie Senza categoria12 commenti

12 pensieri su “Ad occhio”

  1. Ci sono varie metologie di apprendimento e di allenamento ma credo che la piu’ semplice, seppur non proprio cosi facile, siamo noi stessi con il nostro bagaglio di energie interiori.

    "Mi piace"

  2. C’è una linea sottile che separa il significato di queste due parole. La capacità di vedere richiede l’uso di anima dentro per vedere con occhi diversi tutto quello che ci circonda e anche noi stessi. Buona serata Harley.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.