Un amico quest’oggi mi ha girato su wuzzap questo esilarante ma in un certo senso anche molto riflessivo link.
La figlia al papà: “Papà mi sono innamorata di un ragazzo che abita lontanissimo. Io sono qua e lui vive in Australia.”
Il padre: “Ma come è successo?”
Lei: “Beh, vedi, ci siamo incontrati su un sito di incontri, poi lui è diventato mio amico su Facebook, abbiamo fatto delle lunghe chiacchierate su Whatsapp, si è dichiarato su Skype e ora siamo insieme da due mesi attraverso Viber… Papà, ho bisogno del tuo benestare e dei tuoi auguri!”.
Il padre: “Ma si, dai sposatevi con un SI su Twitter, comprate i bambini su Amazon e pagate con PayPal. E se un giorno non lo sopporterai piu’, vendilo su e-Bay!”
Speriamo che questo davvero non possa mai accadere ma tutto è possibile nel mondo virtuale perchè le unioni di coppia si formano sempre piu’ spesso attraverso i canali chat o nei social. Ora sempre di più grazie alle tante applicazioni dedicate agli Incontri o all’amore vero e proprio (che oggi sono più di 500 tra le quali lo storico Badoo, il moderno Tinder, il cugino Booble, la geolocalizzante Happn, l’immaginifico Lovoo, il cafoncello Twoo, il più serio Meetic ecc.) i legami non restano più nella dimensione digitale ma diventano sempre più reali. E la ricerca, facilitata dalla tecnologia, rischia di diventare ossessiva. La ricerca della persona migliore, da abbandonare se del caso con un click. Tutto a portata di mano. Semplice. Ci si incontra, ci si conosce ma sempre di meno e Second Life dove lo mettiamo? Second Life è un mondo virtuale che spesso sconfina in un altrettanto mondo virtuale, come se fossero due mondi sovrapposti l uno all’altro. Comprensibile per una piattaforma come Second Life dove le orge e i festini erotici sono sempre alla portata di tutti. Second Life è’ talmente virtuale che non si capisce dove inizia e dove finisce la vita. E se state ancora pensando di fare una dichiarazione di matrimonio nella vita reale ma non vi sentite ancora pronti per il gran passo . Perché non cominciare con un matrimonio virtuale? Trion Worlds, lo sviluppatore di giochi online, darà la possibilità di sposarsi virtualmente con una persona speciale. In un mondo fatto di solo e puro amore, dove non esistono separazioni e divorzi. Basta soltanto contattare un negoziante virtuale di anelli nuziali, offrirlo alla proria amata ed il gioco è fatto. Addirittura gli sposini potranno passeggiare per la navata e scattare fotografie per l’album di matrimonio. E per gli invitati (virtuali) grande abbuffata al ristorante dopo la cerimonia. Ovviamente pagano gli sposi.