Italia, terra di arte perduta

Abbiamo la fortuna di vivere in un Paese da sempre considerato la terra dell’arte, della cultura e della storia. Eppure troppo spesso, negli ultimi anni, vediamo muri delle ville romane che cadono a pezzi, musei chiusi per mancanza di personale, castell e chiese abbandonati ad un inevitabile declino. Purtroppo il degrado ambientale e la mancanza di attenzioni ha portato il nostro Paese a porre una intensa riflessione sull’intero panorama culturale ed artistico. L’Italia ha sapientemente sfruttato la sua geografia e la sua storia come fattori naturali di affermazione turistica, senza però in alcun modo preoccuparsi di specializzare e di potenziare le strutture dell’offerta delle sue risorse, di ridistribuire i flussi turistici sul territorio nazionale, di mantenere elevato il livello della domanda interna. Viaggio spesso e mi piace visitare luoghi di cultura e di storia ma ogni volta che giungo in questi luoghi penso che il nostro Paese abbia “campato di rendita” grazie alle eredità artistiche e agli immensi patrimoni culturali che ha ricevuto dal passato ma la crescita del turismo culturale ha superato ogni previsione facendo emergere i grandi problemi fin’ora inediti. Servirebbe un ritorno al passato per riportare ai fasti l’arte e la storia e Federico Zeri (critico d’arte) già vent’anni fa aveva fatto una radiografia del sistema artistico e culturale italiano.
«l’Italia passa generalmente per essere la terra dell’arte, ma rischia di diventare la terra del funerale dell’arte; perché ovunque si vada, in qualsiasi luogo, in qualsiasi chiesa, in qualsiasi piccolo villaggio, si trova qualcosa di molto importante culturalmente, artisticamente, che sta andando in rovina. Perché? Come mai si è verificata questa situazione? Alcuni danno una risposta molto facile. Perché ne abbiamo troppe, di cose belle. Ma come mai, pur essendo tante, si sono salvate durante i secoli? La verità è che c’è stato un fenomeno parallelo che ha portato a questo degrado. Da un lato, la fine della civiltà contadina, quindi l’abbandono di una infinità di chiese, di santuari. Dall’altro, la fine della cultura classica, dovuta anche gran parte alla diffusione dello strumento televisivo. Perciò moltissimi monumenti, moltissime opere, che una volta erano guardati con venerazione che costituivano il vanto dei luoghi in cui si trovavano, sono stati completamente trascurati, negletti. A ciò si aggiungano cause secondarie: l’indifferenza della classe politica per i beni culturali, la scarsa attenzione a chi, studiosi, amministratori, fa parte delle Belle Arti. Costoro sono sempre di meno e sempre meno pagati. Poi, dulcis in fundo, l’insegnamento universitario, che nel campo della storia dell’arte, salvo pochissimi casi, è di livello veramente deplorevole. Si trascura la tutela, il rispetto delle opere d’arte e si predilige invece il discorso astratto, teorico, che ha scarso peso sulla realtà e sulla sopravvivenza delle opere. Questa è la ragione per la quale dovunque si vada si vedono sculture mutilate, affreschi che si sfarinano, monumenti alterati o addirittura demoliti, scavi clandestini, luoghi deputati dalla cultura mondiale, come Pompei, invasi dalle erbacce, con intonaci coperti di graffiti o che si stanno sgretolando».



Categorie:Senza categoria

11 replies

  1. Ciò che fa l’Italia col suo patrimonio artistico è lo stesso che fa l’umanità con la salute del pianeta… 😑 Manca una Greta Thunberg difenditrice del patrimonio culturale 😀!

    "Mi piace"

  2. hai sollevato un problema grave esponendo le principali cause del progressivo deterioramento di beni importanti sia a livello artistico che storico.Da quanto ho potuto apprendere attraverso giornali e qualche intervento in tv, c’è da una parte la mancanza di fondi destinati alla conservazione, dall’altra un conflitto tra responsabili di tutela e di valorizzazione dei beni, che anzichè collaborare per sfruttare al meglio l’immenso valore che ci ritroviamo si fermano a beghe di poltrona che creano una barriera ulteriore… e poi è un paradosso che nonostante siamo letteralmente circondati da bellezze invidiabili, ci sia un disamore e una scarsa cultura per conoscere la storia legata a dei capolavori.
    Non siamo in grado di copiare neppure dai nostri dirimpettai francesi che hanno investito e valorizzano tantissimo i loro tesori artistici…

    Piace a 1 persona

  3. Federico Zeri ha assolutamente ragione, ma molto di ciò che dice è evidente a tutti, basta saper guardare.
    Credo che Roma sia il paradigma di tutto: è una città splendida, ma l’incuria è oltre ogni limite di tolleranza.
    Spazzatura, strade, gestione dei monumenti… e pure i piccoli/grandi fastidi dettati dal nomadismo (in metropolitana ho visto di tutto) , dai “centurioni” (mai sopportati), dalle bancarelle ovunque senza permesso.
    Chi ha visitato altre capitali europee non può non aver notato la totale differenza di gestione del patrimonio cittadino.

    Ma sono problemi che si trovano in ogni città italiana, sia chiaro, solo che a Roma sono amplificati.

    "Mi piace"

  4. lamorte della cultura…siamo un popolo di ignoranti. Se può consolare…siamo in buona compagnia…ciauuu

    Piace a 1 persona

  5. Uno sfacelo. Pian piano scomparirà tutto

    "Mi piace"

  6. Certamente nelle metropoli tutto è piu amplificato. Anche a Milano che non è da meno rispetto ad altre città italiane, si respira questa aria di… necessità di fare tutto piu’ in grande, mettere in evidenza una maschera che dietro cela molte cose che non vanno.

    Piace a 1 persona

  7. Questa è purtroppo la società italiana, in fin dei conti siamo un popolo che si tira la zappa sui piedi.

    Piace a 1 persona

  8. in continuazione…errare sarebbe umano, perseverare…

    "Mi piace"

  9. Che tristezza vedere tanti tesori in degrado!
    L’Italia dovrebbe essere più attenta.

    "Mi piace"

  10. Federico Zeri è stato forse il massimo critico del secolo scorso, ma chiunque si ritrova nelle sue parole. Nel frattempo qualcosa è stato fatto, ma molto si continua a perdere. L’Italia sarebbe un paese ricchissimo se sapesse approfittare, e curare, il suo patrimonio artistico. Ma per prima cosa, forse, dovremmo essere anche tutti pronti a pagare di più per goderlo.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

THE MESS OF THE WRITER

"SAPERE TUTTO DEL NULLA E NULLA DEL TUTTO." [If you're not italian, you have the possibility to translate all the articles in your own language, clicking on the option at the end of the home page of the blog]

Scritti Sparsi

tra parole e anima

Raccolta & Differenziata

Per rimettere in circolo quello che passa fra le mani e per la testa

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitré

- DARE IMPORTANZA ALLE PICCOLE COSE -

C'è bisogno di fermarsi e rivalutare le cose davvero importanti

L'Irriverente

"Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi" [Robert Oppenheimer]

Exogino | Il Misterioso Alieno

Il peggio non ha mai fine

marisa salabelle

Eravamo noi tre. Io e mia sorella Bella, e nostro fratello maggiore: Felice, babbo tuo.

VALENTINE MOONRISE

Parole di una sconosciuta

Farfalla Legger@

Una sorta di raccoglitore di appunti di vita, di libri, di arte e altro, secondo il personale gusto della curatrice 🤗🤗🤗🤗.

Pensieri spelacchiati

Un piccolo giro nel mio mondo spelacchiato.

La Vita a Fumetti

Nell'anno del Coronavirus

Il Blog di Roberto Iovacchini

Prima leggo, poi scrivo.

Blog di Demonio

Storie e riflessioni di un povero diavolo

Dominatore di Poteri

L'universo è un posto grandissimo e meraviglio . Un posto pieno di pianeti , di stelle e cose meravigliose . Dove la storia aiuta l'universo tutt'oggi a farlo diventare semprè più grande di giorno in giorno , in epoca in epoca , di era in era . Io sono Il Dominatore di Poteri e posso viaggiare attraverso questo grande universo grazie al T.A.R.D.I.S. Non solo nell' universo , ma anche nel tempo , nello spazio e nei mondi . L'universo è un posto grandissimo e meraviglio e pieno di persone magnifiche .Ma l' universo non è composto solo di questa ma anche di mondi meravigliosi da vedere e osservare .Mondi piene di persone e creature magnifiche . Proprio questo rende l' universo il posto più bello dove andare e da li viaggiare dappertutto e nell' infinito conosciuto e sconosciuto. Ci sono alieni di ogni razza e moltissimi pianeti e stelle e in questo blog io parlerò delle mie avventure nel tempo , nello spazio e nei mondi .Ma spesso nell' universo esistono anche persone malvagie pronte a fare di tutto per portare i male nel mondo e io viaggiando nell' Universing e nel tempo , nello spazio e nei mondi cerco di fermarli . Ma non da solo se riesco a farlo , lo faccio insieme alle persone che incontro e mi faccio amico e grazie al loro aiuto riesco a sconfiggere il male dovunque sia . Contro i miei nemici e contro chi ha ucciso un sacco di persone userò contro di lui lo sguardo della penitenza e vedrà con i suoi occhi tutto il dolore fatto alle persone . Chi ha tradito questo mondo e questo universo io questo farò e non mostro nessuna pietà . I Distruttori non hanno avuto pietà per nessuno visto che tutti sopratutto dall'inizio del loro grande viaggio cioè l' inizio del tempo stesso hanno cercato di uccidere noi Dominatori di Poteri e cosi fare il loro oscuro piano che consiste nell’ usare il nostro aspetto per fare fuori tutte le altre razze. Io sono uno dei tanti Dominatori di Poteri che sono vivi e vegeti e gli altri invece sono sparsi nel tempo e nello spazio. Seguite nella mia avventura nel tempo, nello spazio e nei mondi e sopratutto cercando un modo per salvare il mio pianeta Maraxus e sopratutto salvare le persone che sono morte durante la Guerra dell' Universo.

Povertà e Ricchezza by Alberto C.

Racconti brevi @ Narrativa @ Autore

fleurose

Parole e belletti

La Grazia

La Grazia un libro antico per la vita felice

Le pagine dei nostri libri

E' solo un punto di vista

Laura Parise

Come le onde del mare... un moto perpetuo... perché la vita è un libro pieno di pagine bianche...

Tubarrywhite

Take it easy

The Spritzy Witch

Esploratrice d'ispirazione. Libri, viaggi, empowerment e spiritualità

Vita tra le dita

Tutto quello che si può scrivere...

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

TUTTOLANDIA

"...il posto che mi piace si chiama mondo..."

Non Solo Campagna - Il blog di Elena

Immagini, pensieri e racconti

Seidicente

altrimenti tutto è arte

I Viali Dell'Anima - Pensieri Indaco

In Una Realtà Invisibile

sherazade2011

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo. (Milton)

Atti effimeri di comunicazione

Collage poetici, prose brevi, blog fiction di giocattoli e oggetti sommersi.

TYT

Take your time

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Non sono ipocondriaco

Ma se il dottore non mi vede si preoccupa (by Kikkakonekka)

alemarcotti

io e la mia vita con la sclerosi multipla

tramineraromatico

politically incorrect

Il Canto delle Muse

La cosa importante è di non smettere mai di interrogarsi. La curiosità esiste per ragioni proprie. Non si può fare a meno di provare riverenza quando si osservano i misteri dell'eternità, della vita, la meravigliosa struttura della realtà. Basta cercare ogni giorno di capire un po' il mistero. Non perdere mai una sacra curiosità. ( Albert Einstein )

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: