Musica subliminale

C’è musica nel mistero anzi forse sarebbe meglio dire che c’è del mistero nella musica ma non in tutta la musica. Lo stereotipo per eccellenza afferma che sia il rock ad essere quel genere di musica poco accreditata per chi aspira alle sfere celesti e molto più vicina a chi invece si sente più vicino al fuoco ed alle fiamme dell’inferno. Non è proprio cosi perchè primordialmente il rock fu una creazione del blues poi diffuso nel corso dei decenni sotto varie sfumature e diversificazioni e ad eccezione probabilmente di qualche branchia del rock, non c’è assolutamente nulla di oscuro in questo genere musicale. Una breve parentesi per il bluesman Robert Johnson che con il brano Crossroads ha voluto mostrare all’opinione pubblica che incontrare il demonio e fare un patto con esso, non è solo roba da film horror. Tuttavia però ci sono stati gruppi e cantanti rock che hanno inciso lavori di grande successo e spessore come i Led Zeppelin cheoltre ad essere una delle più grandi band rock di sempre, abbiano sempre farcito le loro canzoni di messaggi subliminali. La più famosa è ovviamente il loro  capolavoro Stairway to Heaven. Probabilmente nel loro inconscio non c’era la consapevolezza (o forse si) che leggendo il testo al contrario avrebbero potuto fare riferimento a qualche “mantra” dedicato a Satana. «There’s a feeling I get» («C’è un sentimento che provo») diventa «I’ve got to live for Satan»! («Devo vivere per Satana»!), mentre le parole «There is still time» («Hai ancora tempo»), ascoltate a rovescio diventano «My sweet Satan» («Mio dolce Satana»). E’ anche vero che Jimmy Page, il chitarrista della band, si è sempre interessato di esoterismo riempendo copertine di dischi (Led Zeppelin IV) di simboli esoterici, incidendo motti sul vinile (Led Zeppelin III) e comprando la villa di uno dei più conosciuti maghi esoterici del mondo: Aleister Crowley. I Black Sabbath composero un brano intitolato proprio ad Aleister Crowley, dal titolo Mr. Crowley; che Ozzy Osbourne non esitò a creare per raccontare al pubblico la storia di questo occultista.  Lo stesso vale per i Beatles con l’album Sgt. Pepper, che per la critica è stato ed è ancora oggi l’album con la copertina più bella di tutta la storia della discografia. Un disco solenne e divertente, appassionato e spassionato: il ‘Sgt. Pepper‘ è una pietra miliare del rock e del pop psichedelico, un’amalgama di melodie, suoni e strumentazioni diverse? Oppure è la quinta essenza del pensiero oscuro? Del resto sulla copertina del disco sono raffigurati personaggi del mondo della musica, dello spettacolo e della cultura: Marilyn Monroe, Shirley Temple, Mae West, Marlene Dietrich, Diana Dors e tanti altri personaggi consequenzialmente legati gli uni agli altri da un vincolo di “sacralità” morbosa verso l’ignoto e il mistero. Nell’album The Wall dei Pink Floyd si può trovare un messaggio “nascosto” ascoltando al contrario nella traccia Empty Spaces. Il messaggio dice:

-Congratulations. You have just discovered the secret message. Please send your answer to Old Pink, care of the Funny Farm, Chalfont

-Congratulazioni. Hai appena scoperto il messaggio segreto. Per piacere, invia la tua risposta al Vecchio Pink, presso la Funny Farm, a Chalfont. Il messaggio è un chiaro riferimento a Syd Barrett, fondatore ed ex-leader dei Pink Floyd, allontanato dal gruppo per problemi comportamentali causati principalmente dall’assunzione di droghe psicotrope. Infatti, Funny Farm è un termine in slang inglese con il quale si indicano gli ospedali psichiatrici. L’elenco dei grandi gruppi rock che hanno sfornato successi farciti da note musicali interamente subliminali è davvero lungo: Slayer, Eagles, Judas Priest.  I Queen con il brano “Another one bites in the dust” ascoltato alla rovescia diventa «Start to smoke marijuana». I Rolling Stones invece sarebbero stati accusati per la canzone Tops, in cui “Or be sorry for the rest of your sweet loving life” diverrebbe “Yeah, I love you said the devil“. I messaggi subliminali nella musica rock non solo gli unici ad essere stati rilevati perchè anche Niccolò Paganini geniale violinista e compositore italiano aveva fatto un patto col diavolo per ottenere successo e tecnica. Storia tramutata in leggenda dal fatto che il buon vecchio Niccolò, malato di sifilide, senza denti ottenesse un successo plateale non solo sul palco ma anche nel mondo femminile. La sua condotta fu sempre antireligiosa e per questo non gli fu concessa sepoltura al momento della morte. Tra l’altro i suoi violini erano considerati maledetti poiché, leggenda vuole, fossero dotati di corde ottenute dalle viscere delle persone che uccideva.

4 pensieri su “Musica subliminale”

  1. Mi fai venire in mente l’ultima canzone del cd dei Queen post mortem di Freddy, Made in Heaven mi pare fosse.. ha qualcosa di inquietante… l’ultima canzone ha una parte solo strumentale che sembra non finire mai.. per anni ho provato ad arrivare alla fine, a mandare avanti veloce, ma sembra andare a vuoto: mezz’ora, un’ora… ricordo che mi ha sempre messo ansia!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.