Il bue e l’asino

Tra una settimana è Natale ed il popolo dei regali è in corsa ed in affanno per arrivare al 25 dicembre con un bel sorriso sulla faccia e un pacchetto regalo sotto l’albero. Dall’altra parte della barricata c’è il popolo invece che vorrebbe partire per un’isola deserta e tornare dopo l’Epifania tanto che per il Natale non ha alcun interesse. La cosa certa però è che sono pochissimi quelli che riescono a sottrarsi ai riti magici ed ancestrali come i pranzi, i brindisi, i regali e le discussioni in famiglia che portano inevitabilmente alla noia. A proposito di dialoghi “natalizi” vorrei suggerire una bel dibattito tra una portata ed un’altra di leccornie varie: il presepe e la sua origine. Il presepe è il simbolo del Natale per antonomasia sin dal 1223 quando San Francesco d’Assisi realizzò la natività nella chiesa di Greccio in Umbria. Il santo umbro attinse le informazioni per il suo progetto dai Vangeli anche se di questi ultimi ci sono numerose riserve in quanto pare vi siano state traduzioni errate sulla simbologia del presepe. Esempio: la mangiatoia dove un bue ed un asinello riscaldavano il nascituro, non appare in nessuna trascrizione vangelica. Nella Bibbia dei Settanta (la Bibbia in versione greca) si narra che il Messia nasce in mezzo a due ere ma erroneamente venne tradotto che nacque tra due animali, appunto il bue e l’asino. Per questa errata esposizione del vangelo apocrifo questi due animali sono entrati a far parte della grande “giostra” del presepe al punto che emeriti teologi contemporanei hanno comunque definito questo errore di traduzione come una vera manna dal cielo per quanto concerne la simbologia religiosa. La storia del bue e dell’asinello nella mangiatoia rimane lo status simbol del presepe dell’atmosfera natalizia. Sono legato ad un ricordo molto particolare di quando da bambino preparavo il presepe con i miei nonni. Alle statuine del bue e dell’asinello mancavano ad entrambe le due zampe posteriori (erano statuine logorate dal tempo) cosi decisi di incollare due pezzetti di fiammifero per tenerli in piedi nella mangiatoia. Con quelle protesi di fortuna si riaccendevano in me le gioie del vero Natale di un tempo che non tornerà mai piu’ indietro ma che rimarrà sempre nei miei ricordi migliori.



Categorie:Senza categoria

11 replies

  1. Dunque!

    Molto bello: sempre di meno sono le persone che considerano il Natale una Festa sacra con un carico di Speranza. Sempre più le persone tristi che non vedono l’ora di passare indenni il Natale.

    Posso ribloggarlo?

    Ciao.

    Piace a 2 people

  2. Fondamentalmente il natale è per i ricordi, farli nascere si piccoli e risvegliarsi ai grandi. La storia del bue e l’asinello è un altro prodotto degli errori di traduzione di tutta la bibbia e i vangeli. Chissà quante cose ci hanno fatto credere che invece, non ci sono per nulla.

    "Mi piace"

  3. Io non so….è un mix di cose

    "Mi piace"

  4. Io sono legato all’aspetto religioso del Natale, ma vedo che lo è sempre meno.
    Anche la simbologia di rappresentazione è sempre più legata a Babbo Natale ed alle luci, e spesso Gesù ed il presepe non vengono neppure nominati o rappresentati.

    Di solito sono le pecore ad essere prive di zampette, no?
    🙂

    Piace a 1 persona

  5. Purtroppo a me capitarono il bue e l’asinello perchè erano fatti di gesso.

    Piace a 1 persona

  6. Non commento come gli altri vivano il Natale…sicuramente si è in gran parte dmenticato la sua sacralità.

    "Mi piace"

  7. Boh, pensare che per me sono speciali. Perché rappresenta quel raccogliere. il calore da donare, la cura che riguarda le persone umane e gli animali come parti dello stesso universo. Grazie Harley per i tuoi ricordi bambini.

    Piace a 1 persona

  8. Interessante questa tua precisazione sul presepe.

    "Mi piace"

  9. Ciao.
    Molto utile questo tuo scritto. Ho ancora le vecchie statuine che mi ha dato mia madre. Ci sono dietro tanti ricordi ed emozioni. Mi piace fa il presepe. Il periodo natalizio non è però solo gioia; a me scatena pure emozioni tristi di vecchi natali che non torneranno più.
    A presto.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

THE MESS OF THE WRITER

"SAPERE TUTTO DEL NULLA E NULLA DEL TUTTO." [If you're not italian, you have the possibility to translate all the articles in your own language, clicking on the option at the end of the home page of the blog]

Scritti Sparsi

tra parole e anima

Raccolta & Differenziata

Per rimettere in circolo quello che passa fra le mani e per la testa

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitré

- DARE IMPORTANZA ALLE PICCOLE COSE -

C'è bisogno di fermarsi e rivalutare le cose davvero importanti

L'Irriverente

"Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi" [Robert Oppenheimer]

Exogino | Il Misterioso Alieno

Il peggio non ha mai fine

marisa salabelle

Eravamo noi tre. Io e mia sorella Bella, e nostro fratello maggiore: Felice, babbo tuo.

VALENTINE MOONRISE

Parole di una sconosciuta

Farfalla Legger@

Una sorta di raccoglitore di appunti di vita, di libri, di arte e altro, secondo il personale gusto della curatrice 🤗🤗🤗🤗.

Pensieri spelacchiati

Un piccolo giro nel mio mondo spelacchiato.

La Vita a Fumetti

Nell'anno del Coronavirus

Il Blog di Roberto Iovacchini

Prima leggo, poi scrivo.

Blog di Demonio

Storie e riflessioni di un povero diavolo

Dominatore di Poteri

L'universo è un posto grandissimo e meraviglio . Un posto pieno di pianeti , di stelle e cose meravigliose . Dove la storia aiuta l'universo tutt'oggi a farlo diventare semprè più grande di giorno in giorno , in epoca in epoca , di era in era . Io sono Il Dominatore di Poteri e posso viaggiare attraverso questo grande universo grazie al T.A.R.D.I.S. Non solo nell' universo , ma anche nel tempo , nello spazio e nei mondi . L'universo è un posto grandissimo e meraviglio e pieno di persone magnifiche .Ma l' universo non è composto solo di questa ma anche di mondi meravigliosi da vedere e osservare .Mondi piene di persone e creature magnifiche . Proprio questo rende l' universo il posto più bello dove andare e da li viaggiare dappertutto e nell' infinito conosciuto e sconosciuto. Ci sono alieni di ogni razza e moltissimi pianeti e stelle e in questo blog io parlerò delle mie avventure nel tempo , nello spazio e nei mondi .Ma spesso nell' universo esistono anche persone malvagie pronte a fare di tutto per portare i male nel mondo e io viaggiando nell' Universing e nel tempo , nello spazio e nei mondi cerco di fermarli . Ma non da solo se riesco a farlo , lo faccio insieme alle persone che incontro e mi faccio amico e grazie al loro aiuto riesco a sconfiggere il male dovunque sia . Contro i miei nemici e contro chi ha ucciso un sacco di persone userò contro di lui lo sguardo della penitenza e vedrà con i suoi occhi tutto il dolore fatto alle persone . Chi ha tradito questo mondo e questo universo io questo farò e non mostro nessuna pietà . I Distruttori non hanno avuto pietà per nessuno visto che tutti sopratutto dall'inizio del loro grande viaggio cioè l' inizio del tempo stesso hanno cercato di uccidere noi Dominatori di Poteri e cosi fare il loro oscuro piano che consiste nell’ usare il nostro aspetto per fare fuori tutte le altre razze. Io sono uno dei tanti Dominatori di Poteri che sono vivi e vegeti e gli altri invece sono sparsi nel tempo e nello spazio. Seguite nella mia avventura nel tempo, nello spazio e nei mondi e sopratutto cercando un modo per salvare il mio pianeta Maraxus e sopratutto salvare le persone che sono morte durante la Guerra dell' Universo.

Povertà e Ricchezza by Alberto C.

Racconti brevi @ Narrativa @ Autore

fleurose

Parole e belletti

La Grazia

La Grazia un libro antico per la vita felice

Le pagine dei nostri libri

E' solo un punto di vista

Laura Parise

Come le onde del mare... un moto perpetuo... perché la vita è un libro pieno di pagine bianche...

Tubarrywhite

Take it easy

The Spritzy Witch

Esploratrice d'ispirazione. Libri, viaggi, empowerment e spiritualità

Vita tra le dita

Tutto quello che si può scrivere...

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

TUTTOLANDIA

"...il posto che mi piace si chiama mondo..."

Non Solo Campagna - Il blog di Elena

Immagini, pensieri e racconti

Seidicente

altrimenti tutto è arte

I Viali Dell'Anima - Pensieri Indaco

In Una Realtà Invisibile

sherazade2011

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo. (Milton)

Atti effimeri di comunicazione

Collage poetici, prose brevi, blog fiction di giocattoli e oggetti sommersi.

TYT

Take your time

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Non sono ipocondriaco

Ma se il dottore non mi vede si preoccupa (by Kikkakonekka)

alemarcotti

io e la mia vita con la sclerosi multipla

tramineraromatico

politically incorrect

Il Canto delle Muse

La cosa importante è di non smettere mai di interrogarsi. La curiosità esiste per ragioni proprie. Non si può fare a meno di provare riverenza quando si osservano i misteri dell'eternità, della vita, la meravigliosa struttura della realtà. Basta cercare ogni giorno di capire un po' il mistero. Non perdere mai una sacra curiosità. ( Albert Einstein )

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: