L’essere umano è controllato e gli viene impedito di controllare o quanto di provarci. Siamo esseri controllati e condizionati e programmati. Non solo i pensieri ed i nostri atteggiamenti sono continuamente modellati ma lo è anche la nostra coscienza che nella sua interezza è andata in tilt. La propaganda contro-informativa delle grandy lobbies e dei grandi “numeri” che stanno in cima alla piramide del controllo, ha raddoppiato la dose a partire dal 2008. Anno nel quale ufficialmente sarebbe nata in Europa una crisi economica che avrebbe portato alla recessione e all’annientamento delle risorse economiche con conseguenze catastrofiche. Niente di tutto questo. E’ semplicemente una manovra economica-manipolatrice che ha agito sulle coscienze collettive delle nostre credenze. Amici, siamo chiari in questo discorso perchè molti di voi penseranno che questo articolo è un chiaro segnale di controtendenza alla grande propaganda manipolatrice ma ricordatevi che la maggioranza di voi viene influenzata piu’ di quanto sia concesso farlo e la vostra esistenza è sottoposta quotidianamente a bombardamenti psicologici a coercizioni ed a persuasioni. Immaginate questo. Marito e moglie seduti sul divano di casa davanti alla Tv. Ad un certo punto la Tv  ha un guasto ma quello che alla moglie preme di piu’ è che non era riuscita in tempo a decidere chi votare per le elezioni o per il televoto di qualche isola dei famosi o similare. L’opinione pubblica è gestita dai media e questo fa da tappo ad un’esplosione che potrebbe causare la rivolta della stessa opinione pubblica; ciò sarebbe la fine delle grandi lobbies, dei numeri, delle statistiche, delle notizie fake che ci contaminano. Auspichiamoci che possa accadere quanto prima  perchè la crisi non è quella

industriale tantomeno economica, la crisi è nell’opinione pubblica che  prende per buono tutto quanto gli viene propinato. Le prove mie cari amici sono incontrovertibili.