Non è vero che abbiamo poco tempo: la verità è che ne perdiamo molto.” (Seneca)
Assolutamente vero ragazzi. Assolutamente vero. Sprechiamo moltissime energie in cose che non ci riguardano mentre potremmo sfruttrare quel tempo per cose molto piu’ importanti e ridurre al minimo gli sprechi psico-energetici. Il tempo c’è ma fugge velocemente perchè siamo troppo presi a vivere un’esistenza frenetica ed al limite della capacità umana. Correre sempre ma dove andiamo continuando a correre in questo modo? Viviamo vite frenetiche, ritmi sempre accelerati e cerchiamo sempre di guadagnare tempo: treni e aerei sempre più rapidi, fibre ottiche sempre più performanti, binge watching per ottimizzare la visione televisiva ecc. Ecco amici, il tempo e la tecnologia. Due fattori inversamente proporzionali nella vita di questo secolo. Troviamo sempre tempo per guardare il nostro smartphone, il nostro tablet, per fare un giro su YouTube o su Facebook, per Twittare per scattare foto per Instagram. Insomma non ci facciamo mancare nulla ma contemporaneamente stiamo perdendo di vista lo spettro di attenzione verso tutte quelle cose che fanno parte del nostro quotidiano come uno sguardo, un sorriso, un caffè con amici, una visita insapettata…and more and more. Rimedio? Blocchiamo le notifiche, togliamo quelle app che possono essere causa di distrazione e trasformiamo la tecnologia in nostra alleata e potremo avere molto piu’ tempo per noi stessi. La differenza tra il tempo e noi sta nel fatto che noi viaggiamo su un’automobile che viaggia  a 200 km./h mentre il tempo  viaggia su un’automobile che sfreccia a 210 km/h. La differenza (che Einstein defini’ additiva) di 10 km/h ci fa credere di andare di pari passo con l’auto che va piu’veloce di noi ma in effetti non è cosi perchè il tempo ci batte sempre e scappa via senza voltarsi indietro.