Sua eminenza l ‘ICI

Ci sono notizie tra le tante che stanno girando in questi periodi di chiari di luna, troppi chiari e poca luna ad essere onesti, c’è quella della Corte di Giustizia che ha imposto alla chiesa cattolica di pagare gli arretrati dell’ICI. Si parla di una sommetta pari a 4 milioni di euro. Davide ha battuto Golia! Cosa buona e giusta. Nonostante l’ICI non sia piu’ in vigore, la Chiesa cattolica dovrà ugualmente versare questa somma perchè per anni gli edifici eclesiastici erano esenti dal pagamento anche se nel Paese piu’ laico d’Europa questi edifici non erano luoghi di culto ma adibiti per attività ricreative e ricettive. Un esempio molto semplice: una chiesa, un santuario erano esenti dal pagamento mentre un ostello gestito da laici o sacerdoti era colpito dalla tassazione. A seguire ribaltoni e contro-ribaltoni, nel classico modus operandi italiano con mille e piu’ di mille carte bollate e ricorsi e controricorsi. Tirando un bel sospiro di sollievo e inneggiando un alleluja alleluja, la definitiva sentenza della UE che, udite udite! ha incolpato il governo italiano di negligenza e di mancato controllo e applicazione della tassa nei riguardi della Chiesa. Detto fatto! La curia deve pagare e non c’è niente da fare ma cosa sono 4 milioni di Euro con i tesori sommersi e le enormi cattedrali “d’oro” che il cupolone del Vaticano ha in gestione da secoli? Una bazzecola…Quindi da buon anticlericale ho gli occhi che brillano per la buona riuscita di questa sentenza che potrebbe ridimensionare un pò la boriosa ed arrogante pretesa della Chiesa cattolica di essere povera e di vivere nell’elemosina e nella misericordia. Ah dimenticavo: quei 2 miliardi di Euro di immobili sparsi per tutto il globo terrestre registrati a nome di confraternite, congregazioni ordini religiosi e compagnia bella… dove li mettiamo? Donazioni, versamenti, testamenti a favore della Chiesa. Il 20% del patrimonio immobiliare italiano è nelle mani dei porporati e per finire il potere temporale che ha governato per 2000 anni quasi tutto il mondo ha accumulato nella storia altrettante inestimabili ricchezze che non possono essere tassate perchè mancanti di documenti catastali. Ne abbiamo per tutti i gusti e quella sommetta di 4 milioni di Euro che la Chiesa dovrà pagare allo Stato, sono una piccola e grande vittoria.

Cosi sia.

11 pensieri su “Sua eminenza l ‘ICI”

    1. Meno tasse per te, per me, per noi… PIu’ la Chiesa latita nel pagamento e piu’ noi utenti finali e schiacciati dal peso della grande piramide potremmo forse avere un pò piu’ di aria e la pressione fiscale diminuirebbe, poco ma piuttosto che nulla…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.