Genova per me

Un pezzo del mio cuore è rimasto a Genova la città dove ho vissuto per oltre 20 anni e dove ho lasciato i miei amici le mie compagnie ed il mio mare. Spesso ritorno a trovare tutti e ci rimango per qualche giorno ma il mio destino e la professione mi costringono a risalire l’autostrada e tornare di nuovo nel “mare grigio” e patetico di Milano. I brasiliani la chiamano “saudade”, nostalgia io la chiamo malinconia e un forte senso di devastazione sopratutto dopo i recenti avvenimenti. Sono sceso a Genova qualche giorno dopo il crollo del ponte Morandi e confesso che guardare quel ponte dalle immagini tv non è come guardarlo mentre si scende a Genova. L’ho ritrovato proprio davanti a me leggermente spostato sulla mia destra. Eppure ero lontano ed in auto ma ho avvertito lo stesso la sensazione di morte, di lutto, di completo silenzio. Non ho potuto avvicinarmi di piu’ perchè le forze dell ordine e la protezione civile non lo consentivano assolutamente ma quel vuoto tra una sponda e l’altra del ponte Morandi non potrò mai dimenticarla; come non potrò dimenticare le 43 vittime del crollo. Assurdo, davvero assurdo. Una ferità per Genova, una ferita che sembrerebbe non risanabile al momento con le dovute “operazioni” di scarica-barile di un’ente ad un altro con le appropriate e successive reiterazioni di ricostruzione. Piange il cielo sopra la mia Genova e piange lacrime di sangue e di acqua. Nubifragi e trombe d’aria hanno apertamente dichiarato guerra alla città ed alla regione intera. Smottamenti, frane, alberi che cadono per il forte vento e ancora morti e feriti. Inadattabilità del terreno? La costa viene divorata lentamente dal mare e le mareggiate fanno il resto. Genova è una città che non conosce la sconfitta nell’alluvione del 1970 cosi come in quella del 2011 e 2016. E’ forte, è Superba come disse Petrarca: “Veniamo a Genova, che dici di non aver mai visto. Vedrai una città regale, addossata ad una collina alpestre, superba per uomini e per mura, il cui solo aspetto la indica signora del mare; la sua stessa potenza, come è già accaduto a molte città, le nuoce e le reca danno, perché offre materia alle contese e alle gelosie cittadine.”



Categorie:Senza categoria

Tag:, ,

6 replies

  1. Quel giorno….sono rimasta muta da mattina a sera SCONVOLTA…….
    .

    "Mi piace"

  2. Genova per noi come scrisse Conte è una città che si può solo amare, tutto sommato il basso Piemonte ha avuto influenze liguri, mio padre è nato a Novi Ligure che è diventata poi piemontese, ma comunque è il mare a noi più vicino, quello che hanno visto per la prima volta i miei occhi bambini, che hanno gioito di quella prima immersione…e poi successivamente Genova l’ho apprezzata per altri motivi, per la sua storia, le sue tradizioni gastronomiche e culturali, ha dato i natali a un De Andrè che rimane uno dei miei autori-poeti preferiti, e quante volte anche in inverno col treno sono scesa e scenderò ancora a Palazzo Rosso o a Palazzo Ducale per una mostra…questo per dire che è una città che vivo anche se non ci abito e a differenza di città liguri più battute turisticamente, adoro di lei tutto, anche quegli odori forti che si respirano per le strette vie vicine al porto. Per cui il dolore per i morti e per i disastri che continua a subire li ho avvertiti in maniera forte quasi come se fossi un po’ parente di quella gente

    Piace a 2 people

  3. Grazie, da una genovese. Anche per me è stato un trauma vedere il ponte dal vivo, ben altra storia che in televisione. E ora queste mareggiate, delle quali ho avuto racconti di chi ha vissuto direttamente il problema: un vero miracolo che non ci siano state vittime. Dieci metri di onda a Capo Mele, per dire. A Milano non si sta male, ma qualche volta l’orizzonte aperto ci manca proprio tanto

    Piace a 1 persona

  4. Come ti capisco… quando andavo a Genova prima del crollo, tra una curva e l’altra dei Giovi, dopo aver passato Gothamcity, e arrivavo nei suoi pressi…lo vedevo là… imponente affascinante, e il mio cuore saltellava di gioia con la consapevolezza che ero quasi arrivata!

    Piace a 1 persona

  5. Il ponte è un fantasma di cemento. E’ davvero raccapricciante vederlo cosi sapendo quante vittime ha ingoiato per colpa di chi doveva fare qualcosa e non l’ha fatto.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Oui Magazine

Per me cultura significa creazione di vita. (Cesare Zavattini)

THE MESS OF THE WRITER

"SAPERE TUTTO DEL NULLA E NULLA DEL TUTTO." [If you're not italian, you have the possibility to translate all the articles in your own language, clicking on the option at the end of the home page of the blog]

Scritti Sparsi

tra parole e anima

Raccolta & Differenziata

Per rimettere in circolo quello che passa fra le mani e per la testa

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitré

- DARE IMPORTANZA ALLE PICCOLE COSE -

C'è bisogno di fermarsi e rivalutare le cose davvero importanti

L'Irriverente

"Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi" [Robert Oppenheimer]

Exogino | Il Misterioso Alieno

Il peggio non ha mai fine

marisa salabelle

Eravamo noi tre. Io e mia sorella Bella, e nostro fratello maggiore: Felice, babbo tuo.

VALENTINE MOONRISE

Parole di una sconosciuta

Il blog notes di Farfalla Legger@

Una sorta di raccoglitore di appunti di vita, di libri, di arte e altro, secondo il personale gusto della curatrice 🤗🤗🤗🤗.

Pensieri spelacchiati

Un piccolo giro nel mio mondo spelacchiato.

La Vita a Fumetti

Nell'anno del Coronavirus

Il Blog di Roberto Iovacchini

Prima leggo, poi scrivo.

Blog di Demonio

Storie e riflessioni di un povero diavolo

Dominatore di Poteri

L'universo è un posto grandissimo e meraviglio . Un posto pieno di pianeti , di stelle e cose meravigliose . Dove la storia aiuta l'universo tutt'oggi a farlo diventare semprè più grande di giorno in giorno , in epoca in epoca , di era in era . Io sono Il Dominatore di Poteri e posso viaggiare attraverso questo grande universo grazie al T.A.R.D.I.S. Non solo nell' universo , ma anche nel tempo , nello spazio e nei mondi . L'universo è un posto grandissimo e meraviglio e pieno di persone magnifiche .Ma l' universo non è composto solo di questa ma anche di mondi meravigliosi da vedere e osservare .Mondi piene di persone e creature magnifiche . Proprio questo rende l' universo il posto più bello dove andare e da li viaggiare dappertutto e nell' infinito conosciuto e sconosciuto. Ci sono alieni di ogni razza e moltissimi pianeti e stelle e in questo blog io parlerò delle mie avventure nel tempo , nello spazio e nei mondi .Ma spesso nell' universo esistono anche persone malvagie pronte a fare di tutto per portare i male nel mondo e io viaggiando nell' Universing e nel tempo , nello spazio e nei mondi cerco di fermarli . Ma non da solo se riesco a farlo , lo faccio insieme alle persone che incontro e mi faccio amico e grazie al loro aiuto riesco a sconfiggere il male dovunque sia . Contro i miei nemici e contro chi ha ucciso un sacco di persone userò contro di lui lo sguardo della penitenza e vedrà con i suoi occhi tutto il dolore fatto alle persone . Chi ha tradito questo mondo e questo universo io questo farò e non mostro nessuna pietà . I Distruttori non hanno avuto pietà per nessuno visto che tutti sopratutto dall'inizio del loro grande viaggio cioè l' inizio del tempo stesso hanno cercato di uccidere noi Dominatori di Poteri e cosi fare il loro oscuro piano che consiste nell’ usare il nostro aspetto per fare fuori tutte le altre razze. Io sono uno dei tanti Dominatori di Poteri che sono vivi e vegeti e gli altri invece sono sparsi nel tempo e nello spazio. Seguite nella mia avventura nel tempo, nello spazio e nei mondi e sopratutto cercando un modo per salvare il mio pianeta Maraxus e sopratutto salvare le persone che sono morte durante la Guerra dell' Universo.

Paola, molto lieta!

Un fantasma per amico!

Povertà e Ricchezza by Alberto C.

Racconti brevi @ Narrativa @ Autore

fleurose

Parole e belletti

La Grazia

La Grazia un libro antico per la vita felice

Le pagine dei nostri libri

E' solo un punto di vista

Laura Parise

Come le onde del mare... un moto perpetuo... perché la vita è un libro pieno di pagine bianche...

Tubarrywhite

Take it easy

The Spritzy Witch

Esploratrice d'ispirazione. Libri, viaggi, empowerment e spiritualità

Vita tra le dita

Tutto quello che si può scrivere...

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

TUTTOLANDIA

"...il posto che mi piace si chiama mondo..."

Non Solo Campagna - Il blog di Elena

Immagini, pensieri e racconti

Seidicente

altrimenti tutto è arte

I Viali Dell'Anima - Pensieri Indaco

In Una Realtà Invisibile

sherazade2011

Con te conversando, dimentico ogni tempo e le stagioni e i loro mutamenti: tutte mi piacciono allo stesso modo. (Milton)

Atti effimeri di comunicazione

Collage poetici, prose brevi, blog fiction di giocattoli e oggetti sommersi.

TYT

Take your time

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Non sono ipocondriaco

Ma se il dottore non mi vede si preoccupa (by Kikkakonekka)

alemarcotti

io e la mia vita con la sclerosi multipla

tramineraromatico

politically incorrect

Il Canto delle Muse

La cosa importante è di non smettere mai di interrogarsi. La curiosità esiste per ragioni proprie. Non si può fare a meno di provare riverenza quando si osservano i misteri dell'eternità, della vita, la meravigliosa struttura della realtà. Basta cercare ogni giorno di capire un po' il mistero. Non perdere mai una sacra curiosità. ( Albert Einstein )

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: