Social connection

“E’ una verità universalmente riconosciuta che ora viviamo in un mondo in rete, in cui tutti e tutto sono collegati. Il corollario è che le tradizionali strutture gerarchiche – non solo gli stati, ma anche chiese, partiti e corporazioni – si trovano in vari stati di crisi e declino:” (cit. Nial Ferguson)

Le reti e i social governano non solo nel regno degli affari. Anche in politica, le organizzazioni di partito e le loro macchine sono state rimpiazzate dalle campagne finanziate dal crowdfunding e dalla messaggistica virale. Il denaro, una volta monopolio dello stato, viene messo in discussione da Bitcoin e altre criptovalute, che non richiedono banche centrali per gestirle, solo algoritmi di consenso. In questo contesto di inter connessioni si sono perse di vista i valori di un tempo e quelle gerarchie che hanno contraddistinto l’era pre-internet. Pochi di noi però sono in grado di guardare indietro e rimpiangere quello spazio di tempo nel quale il cyberspazio e il networking erano solo lontane utopie. Libertà di spaziare ovunque nello cibernetico ma attenzione alle insidie perchè ci si può trovare davanti ad un regno oscuro e senza legge. Anarchia totale fuori controllo e “guerre” sintetiche tra fazioni di cyberterrorismo e sovvertitori della democrazia. Internet ha ricreato lo stato umano della natura e non dovremmo esserne sorpresi perchè nessuno ha mai garantito e mai garantirà uno stato libero senza conflitti. Probabilmente faremmo bene a rimpiangere un pò quelle che erano le gerarchie di un tempo dove era più semplice respirare e si respirava un’aria più pulita. Se si fossero rispettate le gerarchie ci saremmo trovati sicuramente in un cyberspazio completamente diverso e forse avremmo anche dato ascolto alla storia che di gerarchie ne sa qualcosa liberandoci dal male che ammorba il mondo della rete. Oggi su Facebook, Twitter gli usurpatori emettono sentenze, minacciano stati interi, comandano eserciti e creano una nuove storie da raccontare ai posteri a cui rimane solo l’ardua sentenza.

Un pensiero su “Social connection”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.