Figli di Dei alieni

“Voi siete Elohim. Siete tutti figli dell’Altissimo. Eppure morirete come ogni uomo. Cadrete come tutti i potenti”. (Salmi: 82-6/7)

Chi è veramente l’Altissimo? E’ una domanda che fin dalla notte dei tempi ogni uomo si è posto ma non arrivando a nessuna risposta concreta si è “preferito” attraverso le religioni dare una spiegazione quantomeno plausibile ma non perfetta sull’esistenza di Dio. I greci per esempio associavano ogni divinità ad ogni evento naturale. I romani invece veneravano un pantheon di Dei simili all uomo in quanto a vizi e peccati. Con l’arrivo delle religioni monoteiste che sentenziarono la presenza di un unico Dio, giudice e padre. Nella Bibbia però tutto questo non è scritto o meglio è solamente scritto sotto forma di scrittura occulta, volutamente secretata successivamente dalla chiesa cattolica. Nella Bibbia non si parlerebbe mai di un unico Dio ma di più Dei, chiamati Elohim. Gli Elohim biblici non erano Dio e tanto meno un essere unico, ma una pluralità di individui in carne e ossa; una molteplicità chiaramente e inequivocabilmente evidenziata in numerosissimi passi nell’Antico Testamento. Godevano di una vita molto lunga, ma erano mortali (Salmo 82). Erano sul nostro pianeta per conseguire obiettivi molto concreti: ricavarne materiali necessari al loro sviluppo tecnologico e forse anche alla sopravvivenza della loro civiltà nel pianeta di origine. Forse alcuni di loro intesero rimanere sulla Terra anche in via permanente, o furono costretti a farlo. Gli Elohim non si occupavano di temi quali la religione nel senso moderno del termine, la spiritualità, l’aldilà… Avevano come obiettivo fondamentale la definizione di strutture di potere distribuite nei vari territori sui quali poi si sono sviluppate le diverse civiltà e, a questo scopo, si spostavano alla ricerca di terre e di genti da cui farsi servire. Conoscevano le leggi della natura, del cosmo, e le trasmettevano soltanto ai loro fedeli seguaci, dando così avvio alle caste dei re/governatori/sacerdoti, i cosiddetti “iniziati” alla conoscenza. Questo sapere era però squisitamente scientifico, concreto, materiale, ossia utile alla quotidianità dei loro governati o alle loro specifiche esigenze di viaggiatori dello spazio e colonizzatori. ) Gli Elohim “fecero” gli Adam (Genesi 1) attraverso interventi di ingegneria genetica finalizzati a produrre esseri capaci di capire ed eseguire ordini e lavorare, per loro, nella ricerca e scavo di minerali di cui il pianeta Terra è ricco, gli stessi Elohim si unircono con le donne Adam e da questa unione nacque la razza umana. Erano guidati da uno Yahwe’ che di giorno appariva in forma di nube e di notte come colonna di fuoco, in pratica secondo la stessa iconografia dei moderni dischi volanti. “Ecco, io sto per venire verso di te in una densa nube”, afferma Yahwe’ in Esodo 19,9; “al terzo giorno, sul far del mattino, ci furono tuoni, lampi, una nube densa sul monte Sinai ed un suono fortissimo di tromba” . Ricordando un pò la “storia” di Adamo ed Eva è comprensibile che noi esseri umani.discendiamo da tale razza aliena o se vogliamo semplificare, siamo figli di Dei alieni approdati per qualche errore o malfunzionamento genetico sul pianeta Terra.

4 pensieri riguardo “Figli di Dei alieni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.