Highgate

Risultati immagini per highgateQuattro anni fa sono stato a Londra per la seconda volta nella mia vita e tra passeggiate nel cuore della city e qualche fish & chips, mi sono imbattuto o perlomeno sentivo la necessità di imbattermi in un’avventura di cui avrei avuto memoria per molto tempo. Il cimitero di Highgate. Il cimitero di Highgate, firmato dall’architetto Stephen Geary, si trova nell’omonimo quartiere nel nord di Londra e risale al 1839. Grazie ai suoi edifici in puro stile gotico il cimitero di Highgate divenne presto un luogo di sepoltura ambito dalle famiglie aristocratiche dell’epoca vittoriana. La parte più recente del cimitero risale al 1854: di quest’ultima rimane l’ala di quello che potrebbe sembrare un normale cimitero mentre la parte più interessante ed intrisa di misteri e leggende si trova ad ovest. Qua, dove riposano tra gli altri Karl Marx, di cui si trova il celebre busto commemorativo all’ingresso della parte est, Michael Faraday e William Friese-Greene, si sono verificati nel tempo misteriose apparizioni e fatti inquietanti. Ed è proprio di questi fatti inquietanti che vorrei parlarvi in questo mini-reportage sul cimitero tra i piu’ famosi d’Europa. Il cimitero è stato dichiarato dalla Occulty Society di Londra come maledetto ma il termine maledetto in un luogo sacro risuona molto macabro ma è altresì vero che in questo luogo sono stati rilevati numerosi strani fenomeni spesso anche associati a delle vere leggende (ma prenderei con le dovute precauzione il termine leggende). Uno dei tantissimi fenomeni accaduti nel cimitero di Highgate, risale al 1862. Elizabeth Siddal, sepolta insieme ad un libro di poesie a lei dedicate dal marito, dopo sette anni la sua salma venne riesumata e, tra lo stupore dei presenti, quello che tornò alla luce era il corpo perfettamente integro della donna, con la testa ancora contornata da lunghi capelli di colore rosso-dorato. Ho visitato solo il lato ovest del cimitero di Highgate grazie ad una guida ed è stato molto forte l’impatto che ho avuto quando sono entrato nel settore chiamato Circle of Lebanon non di meno è stata la zona chiamata Egyptian Avenue; ma tutto Highgate oltre che meritare una visita vale anche un pò pathos e di quella leggera sensazione di essere seguiti e spiati da entità che non si possono vedere con gli occhi ma si possono percepire con i sensi e con le nostre capacità percettive. C’è qualcosa ad Highgate che non vuole andarsene da quel posto e insieme ad esso tante altre presenze che si sentono ancora legate alla loro terra ed ai loro famigliari.

2 pensieri su “Highgate”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.