Angeli o alieni?

Quasi tutti noi facciamo confusione tra ciò che rappresenta un angelo e quello che invece è un essere proveniente da un’altra galassia. C’è una profonda differenza ma tecnicamente potrebbe anche sembrare la stessa cosa. Un angelo e un alieno cosa sono? Quali sono le differenze? Un angelo può essere un alieno? Le definizioni sono molteplici e si accavallano facendo trasparire strani accostamenti. Innanzitutto gli angeli sono esseri di luce che obbediscono a Dio, nella religione cattolica. Il loro compito è quello di proteggere l’essere umano dai pericoli e dalle malattie. Gli Angeli spirituali sono puro spirito, non hanno corpo, se si presentano sotto forma fittizia, essi assumono aspetti che variano a seconda della situazione e a seconda del messaggio che vogliono darci. Gli angeli veri e propri sono esseri perfettamente spirituali. Tuttavia raramente si mostrano agli umani e per la stragrande maggioranza delle volte sono esseri alieni quelli che vengono identificati come angeli (o demoni). Gli alieni-angeli, se vogliamo chiamarli con questo termine assumerebbero anche forme umane come San Paolo ci riferisce che alcuni esseri umani ospitarono angeli e nemmeno sapevano che erano angeli. Tuttavia non è da escludere che gli angeli veri e propri sono esseri umani creati per infiltrarsi sul pianeta Terra su ordine di creature molto piu’ elevate di loro, creature extraterrestri. Nelle rappresentazioni di ogni tempo gli angeli sono raffigurati come creature alate che scendevano dal cielo. In molte culture dei nativi americani questi esseri volavano in cielo grazie ad un veicolo alato. Dall’ antichità al 17°-18° secolo d.C. si è mantenuta questa etichettatura di esseri alieni e di mezzi alieni. In ogni caso è bene ricordare che nelle Sacre Scritture mai gli angeli (ad eccezione dei cherubini e dei serafini) appaiono con le ali. Quindi gli angeli potrebbero essere anche alieni sotto un certo punto di vista perchè non sono di questo pianeta seppur molti di loro si sono uniti a donne terrestri, generando prole che ha dato origine alla razza mista ma che ci fa comprendere che l uomo non è stato concepito sulla Terra e che l uomo stesso è l’adattamento di un extraterrestre.

Gli antichi astronauti

Chi erano questi “antichi astronauti”?
Molti secoli fa e forse ancora prima della nascita del nostro Pianeta, esisteva una razza aliena che progettò e generò la razza umana curandone la procreazione e accellerandone la propria evoluzione. Tali esperimenti però non ebbero pieno successo e questa razza che fu chiamata “ominide”, venne abbandonata sul pianeta Terra in un sistema solare lontanissimo a quello della razza progenitrice mancante però della perfezione che avrebbe dovuto essere la prerogativa principale di questo esperimento. Tutto questo è solamente il mio punto di vista ma l’opinione degli antichi astronauti chiamata “teoria degli antichi astronauti” o paleoastronautica è di tutt’altra opinione. La teoria del paleocontatto si fonda principalmente su un insieme di teorie basate sull’ipotesi di un contatto tra una civiltà extraterrestre e antiche civiltà umane, quindi già esistenti sulla Terra: Sumeri, Egizi, civiltà precolombiane, civiltà dell’ India antica. Nella paleoastronautica esistono diverse teorie oltre a quella sopracitata, teorie che si basano sul contatto tra una civiltà aliena e la specie umana tra le quali si parla ampiamente che la specie umana avrebbe avuto contatti con extraterrestri sin dalle ere più antiche. Questi alieni sarebbero le divinità delle civiltà antiche (egizi, maya, aztechi, popoli della Mesopotamia, romani) e che tali divinità erano raffigurate nelle loro opere d’arte. Gli antichi astronauti si sarebbero manifestati anche in epoche successive: dipinti medievali e rinascimentali, specie a carattere religioso, mostrerebbero in cielo delle navicelle spaziali, a volte addirittura con angeli alla guida (ma questo argomento lo tratteremo nel prossimo post). Anche nell’architettura e nell’arte antica esistono prove che queste civiltà aliene erano state messe in contatto con civiltà già esistenti sulla Terra. La clipeologia (disciplina che studia il contatto tra le civiltà aliene e la terra) ha rilevato un’enorme quantità di siti archeologici che rispondono alle teorie degli antichi astronauti; quali: Stohnenge, Giza, la Valcamonica, le Linee di Nazca, Yonaguni. Prove su prove dell’esistenza di un passaggio o di più passaggi, addirittura di vere e proprie colonizzazioni terrestri di questi “astronauti” la cui provenienza non è mai stata accertata. Una breve considerazione finale sulla teoria degli antichi astronauti. L’esistenza di civiltà aliene diverse dalla nostra è pressochè scontata ma la comunità scientifica ovviamente non ha mai approvato tale supposizione perchè non ritenuta valida anche se nel DNA umano ci sono tutte le risposte che vanno ad avallare l’ipotesi degli antichi astronauti e della loro macchina di produzione umana.