R(esistere)

Il celebre filosofo romano, Seneca diceva che “Le difficoltà rafforzano la mente, cosi come il lavoro irrobustisce il corpo.” Nella nostra attività quotidiana: lavoro, scuola, famiglia incontriamo sempre difficoltà ed ostacoli che spesso sembrano trasformarsi in altissimi muri, quasi insormontabili. E’ anche vero però che questi impedimenti non sempre o quasi mai giungono a noi sotto forma di aspetto positivo. Il più delle volte questi “muri” ci mettono a disagio, ci fanno passare dei brutti momenti di sconforto e di debolezza (fisica e mentale) e quindi si oppongono alla nostra vita creando una forza contraria. Per poter sormontarli e scavalcare finalmente quei “muri”, occorre una forza pari o superiore a quella esercitata dagli impedimenti stessi, chiamata: resilienza. Il termine resilienza deriva dal latino “resalio”, iterativo del verbo “salio”, che in una delle sue accezioni originali indicava l’azione di risalire sulla barca capovolta dalle onde del mare. La resilienza è la capacità di far fronte in maniera positiva agli eventi traumatici, agli ostacoli, permettendoci di riorganizzare per intero la nostra vita davanti alle difficoltà. Piu’ siamo resilienti e piu’ siamo pronti ad affrontare gli ostacoli uscendone vincitori ma spesso si confonde la resilienza con la volontà. I concetti sono assai diversi. La volontà è quell’energia che ci permette di perseguire i nostri obiettivi con costanza e determinazione. La forza di volontà viene prima di tutti i nostri obiettivi. La resilienza invece ci permette di perseguire i nostri obiettivi, nonostante le continue sconfitte, i “no”, i contrattempi della vita e viene durante e dopo i nostri obiettivi:  durante, quando dobbiamo attingere a tutte le nostre risorse fisiche e mentali per fare quell’ ultimo “chilometro” che ci divide dal traguardo, dopo, quando dobbiamo affrontare una momentanea sconfitta, dimostrando di essere in grado di risollevarci. Resistere è esistere perchè maggiore sarà il coefficiente di enegia positiva e più bella sarà la nostra vita.

10 pensieri riguardo “R(esistere)

  1. Sono una che con la resilienza non ci va proprio d’accordo, però alla fine sono ancora qui.
    Vado avanti e basta.
    Grazie per essere passato/a dal mio blog , per me trovare nuovi amici con cui condividere pensieri ed emozioni è fondamentale.
    Un abbraccio.

    Piace a 1 persona

  2. Quando scoprii questa parola, “resilienza”, me ne innamorai! Perché racchiude un senso profondo. Credo siano rare le persone resilienti, alle volte poi bisogna fare attenzione… che quella parolina non diventi un’abitudine, nemica del cambiamento.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.