Il mentalismo manipolatorio

Si parla spesso di mentalismo e di mentalisti ma spesso si fa molta confusione tra chi utilizza il mentalismo al fine di realizzare magie con trucchi ed inganni da palcoscenico e tra chi sfrutta il proprio potere mentale per manipolare la mente altrui. Il mentalismo  è anche una forma di illusione in quanto chi afferma di essere in possesso di questo potere è innanzitutto una persona che vuole entrare o pensa di poter entrare nella nostra mente per capirne i meccanismi e sfruttare cosi le debolezze. Secondo l’americano Max Maven, una di queste è “forzare”. Ovvero riuscire a manipolare uno spettatore a dire, fare o pensare qualcosa che sembri una libera scelta mentre in realtà si tratta di una scelta condizionata. Il mentalismo viene anche adottato da coloro che seguono un percorso psicologico e spirituale di un certo livello come dianetica che ha lo scopo di migliorare la qualità della vita ma che in fondo è si rivela solo come una deformazione di energia mentale attuata per impossessarsi della mente altrui sfruttando la debolezza dell’interlocutore. Il mentalismo unito alla manipolazione non è piu’ considerata un’ arte di intrattenimento ma una mera forma di comunicazione o per meglio di sotto-comunicazione dove manipolare è sinonimo di influenzare approfittando dei “punti sensibili” del manipolando.  Perciò, affinché vi sia manipolazione, è richiesta una sostanziale asimmetria nella relazione tra chi agisce e chi viene agito. Nelle relazioni umane le forme di manipolazione sono in realtà molto comuni chi le mette in atto è di solito un individuo psicologicamente disturbato bisognoso di persone da controllare in qualche modo. Spesso agli occhi degli altri il manipolatore è una persona dall’ aspetto rispettabile, premuroso e preciso sul lavoro. Una di quelle persone che ti lasciano dire: ‘ma la fregatura dov’è?” E’, esteriormente e di primo acchito, una persona cosiddetta ‘normale’ in ogni ambito, in particolare sul piano sentimentale; insomma sembra la persona dei tuoi sogni. Il personaggio s’insinua tra le pieghe delle fragilità di colui/colei che presto diventerà una vittima mostrandosi presente costantemente e pieno di attenzioni, anche le più delicate, mentre in altri ambiti, ad esempio sul lavoro è abilissimo nel prospettare facilità di carriera. Tutto ciò che prima è semplicemente meraviglioso è però destinato a trasformarsi nel peggiore incubo. Questi ultimi sono sicuramente persone esperte nell’arte della manipolazione e del mentalismo. Come dice un’antica storia cinese: “essere maestri in qualcosa implica essere in grado non solo di farla, ma anche di non farla.” Spesso i manipolatori mentalisti non si fermano davanti a nessun ostacolo a meno che il manipolando, ovvero colui che viene sottoposto alla manipolazione mentale, riesce a controbattere attuando un piano di fuga basato sulla contro-manipolazione e sulla libertà del pensiero e della mente.

Un pensiero su “Il mentalismo manipolatorio”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.